Seleziona una pagina

Tempo di lettura: 2 minuto/i

“Dio ha fatto ogni cosa bella al suo tempo: egli ha perfino messo nei loro cuori il pensiero dell’eternità…” (Ecclesiaste 3:11)

Più che vivere senza una religione direi che l’uomo non può vivere senza il pensiero che ci sia un dio.
Ti cito ancora la Bibbia.

“Infatti le sue qualità invisibili, la sua eterna potenza e divinità, si vedono chiaramente fin dalla creazione del mondo essendo percepite per mezzo delle opere sue; perciò essi sono inescusabili, perché, pur avendo conosciuto Dio, non l’hanno glorificato come Dio, né l’hanno ringraziato; ma si sono dati a vani ragionamenti e il loro cuore privo d’intelligenza si è ottenebrato.” (Romani 1:20-21)

Nel nostro cuore è scritta la legge di Dio, altrimenti perchè quando offendiamo qualcuno, rubiamo o nei casi più estremi uccidiamo, ci sentiamo in colpa? (ho fatto gli esempi più comuni che si sentono ogni giorno). Chi te l’ha detto che stai facendo una cosa sbagliata? E’ perchè rischi la galera?
O è perchè Dio stesso ha messo nel tuo cuore il pensiero dell’eternità e la Sua legge? Io ti tiro un pugno e so dentro di me che ho fatto una cosa sbagliata, poi leggo la Bibbia e scopro che Dio ha detto di amare il mio prossimo come me stesso.
Allora capisco che quella cosa che ho fatto non va bene non perchè i miei genitori si arrabbiano, non perchè la costituzione italiana me lo vieta, ma perchè sto violando una legge che Dio ha scritto dentro di me sin da quando ero nel grembo materno.

L’uomo senza Dio può vivere, perchè Dio non ti costringe ad amarLo, a obbedirGli e servirLo ecc…
Però verrà un giorno in cui chiunque (il cittadino romano che vive in un paese cattolico, l’americano col protestantesimo e l’indigeno coi suoi idoli di legno) verrà chiamato in giudizio.
La Bibbia ci dice che siamo INESCUSABILI, quel giorno NESSUNO potrà dire: “non lo sapevo, nessuno mi ha mai parlato di Dio”. Per questo motivo anche le persone che non sono ancora state raggiunte dal Vangelo possono essere salvate; ovvero quelle persone che anche se non hanno mai sentito una parola su Gesù, si sono guardate intorno, hanno osservato la creazione, la luna, le stelle… E si sono chieste: “c’è qualcuno più grande di me?”. Quelle persone ti posso assicurare che possono essere salvate.

L’apostolo Paolo riassume questo concetto in pochi versi:” Infatti, tutti coloro che hanno peccato senza legge periranno pure senza legge; e tutti coloro che hanno peccato avendo la legge saranno giudicati in base a quella legge; perché non quelli che ascoltano la legge sono giusti davanti a Dio, ma quelli che l’osservano saranno giustificati. Infatti quando degli stranieri, che non hanno legge, adempiono per natura le cose richieste dalla legge, essi, che non hanno legge, sono legge a se stessi; essi dimostrano che quanto la legge comanda è scritto nei loro cuori, perché la loro coscienza ne rende testimonianza e i loro pensieri si accusano o anche si scusano a vicenda.Tutto ciò si vedrà nel giorno in cui Dio giudicherà i segreti degli uomini per mezzo di Gesù Cristo, secondo il mio vangelo.” (Romani 2:12-16)

Dio ti benedica!

Sostieni il nostro progetto su Patreon!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi