Qual’è la tua morale?

Tempo di lettura: 2 minuto/i

“La vita che vivo ora nella carne, la vivo nella fede nel Figlio di Dio il quale mi ha amato e ha dato se stesso per me.” Epistola ai Galati 2:20

Ieri pomeriggio ero a lezione e si parlava di legge morale, di moralità, di come determinare cosa sia giusto e cosa sia sbagliato, cosa sia bene e cosa male. La tesi centro della discussione era che la scienza possa avere diritto di dettare regole e indicazioni anche in campo morale, oltre che in quello di sua stretta competenza. Molti erano in disaccordo e sostenevano la necessità di fare riferimento alla religione nel campo della morale utilizzandola come guida, come punto di riferimento soprattutto nell’educazione etica dei più piccoli. E’ stato anche detto che la religione rischia di allontanare, però, dai reali problemi delle persone.

Un celebre filosofo tedesco una volta scrisse: “Due cose provocano in me stupore e meraviglia: il cielo stellato sopra di me e la legge morale dentro di me.” Effettivamente, a pensarci bene, la capacità di dettare a noi stessi determinati comportamenti diversi da quello che faremmo istintivamente è ciò che marca la differenza fra gli esseri umani egli animali. Ma la storia e l’attualità dimostrano come questa legge morale non dia quasi mai buoni frutti. Esiste allora qualcosa o qualcuno che veramente possa essere non solo un astratto punto di riferimento, ma addirittura un saggio consigliere, una giusta guida in ogni situazione della tua e della mia vita? Nel libro profetico di Geremia è scritto: “Ma questo è il patto che farò con la casa di Israele, dopo quei giorni, dice il Signore: io metterò la mia legge nell’intimo loro, la scriverò sul loro cuore, e io sarò loro Dio ed essi saranno il mio popolo.” Già Dio, tempo prima, aveva detto che un miracolo sarebbe avvenuto nel mezzo degli uomini. Questo miracolo è l’Evangelo di Gesù il Cristo. La legge del Suo amore è la perfetta unità di misura per comportarci secondo giustizia.

Questa piccola riflessione è anche per te che ritieni di essere moralmente ineccepibile e in niente mancante, ma in realtà sei pieno di dubbi: permetti che Gesù prenda su di sé le tue debolezze e paure e che ti insegni passo dopo passo ad agire secondo il Suo amore. Non è questione di diventare religiosi e di vivere fuori dalla realtà: Gesù anzi ci insegna a calarci davvero nei problemi nostri e del nostro prossimo per affrontarli con efficacia. Non indurire il tuo cuore perché ci sarà solo amarezza. Gesù non è illusione ne’ suggestione: è Persona vivente che ti vuole parlare.

Dio ti benedica e conosci Gesù!

Sostieni il nostro progetto su Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi