Perchè Dio non risponde?

Tempo di lettura: 2 minuto/i

Un paio di settimane fa ti ho parlato di come sia necessaria la preghiera perchè Dio intervenga nella tua e nella mia vita(ti lascio il link qua sotto).
Tuttavia ci sono casi in cui Dio non risponde alle nostre preghiere e molte persone si lamentano di questa cosa e desistono.

Voglio però ricordati che Dio risponde alle preghiere che sono nella Sua volontà e spesso vuole anche perseveranza, non perchè ci vuole umiliare, piuttosto perchè dovendo essere perseveranti e insistenti in una richiesta, noi stessi comprendiamo se davvero quella cosa vale la pena, se davvero quella cosa è indispensabile per la nostra vita.

Tornando a noi, alla domanda “Perchè Dio non risponde?”, ti cito le parole dell’apostolo Giacomo che dice:

“E quando pregate, non ricevete nulla lo stesso, perché le vostre intenzioni non sono buone: voi chiedete con il solo scopo di soddisfare i vostri capricci.”

Possono sembrare parole dure, di accusa, ma la realtà è che analizzando le mie preghiere ho scoperto che un sacco di cose che chiedo sono per mie comodità e per il mio benessere nella vita di tutti i giorni, quando la preghiera che Dio vuole da noi è qualcosa che va più in profondità, una chiacchierata tra padre e figlio in cui il figlio racconta al padre le proprie emozioni, cosa va bene e cosa va male, lo ringrazia per l’amore e la misericordia e pone richieste sagge sia per gli altri che per se stessi.
Invece molte spesso ci troviamo a chiedere “Dio cambia questa situazione intorno a me” quando magari quella situazione è stata creata per formarti nel carattere in seguito alla richiesta precedente “cambia la mia vita e rendimi una persona migliore”.
Ricordiamoci che l’oro viene purificato col fuoco, che non significa che dobbiamo soffrire per forza, ma che Lui ci vuole far crescere in modo da renderci caratterialmente sempre più simili a Cristo.

“Quindi?! Come dovrei pregare!?”

Sempre Giacomo ci dà la soluzione dicendoci di avvicinarci a Dio, di purificare le nostre mani e santificare i nostri cuori, di non lamentarci di quello che stiamo vivendo, ma piuttosto di noi stessi per come lo stiamo vivendo, di abbassarci davanti a Gesù e Lui ci innalzerà.

Troppo duro? Troppo difficile riconoscere che Dio è infinitamente più grande di noi e solo per la Sua bontà noi possiamo essere salvati?

Lascia che ti dica che il cammino che porta al cielo è un cammino difficile, Gesù stesso lo definisce una strada stretta, che creerà separazione tra te e tutte quelle persone che non comprenderanno la tua decisione o che addirittura ti contrasteranno in ogni cosa. Ma dice anche di lasciare a Lui i nostri pesi, il nostro giogo, e di prendere il Suo perchè è leggero.

Ovviamente se vuoi saperne di più e conoscere Gesù più a fondo, ti invito a scriverci per sul sito o nella chat della nostra pagina facebook!

Dio ti benedica
Alessandro

Se Dio lo sa perchè non interviene?!

Condividi!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestPrint this pageEmail this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi