Covid-19. Di chi è la colpa?

Tempo di lettura: 3 minuto/i

E’ trascorso oltre un anno dallo scoppio della pandemia, un anno di convivenza con un virus chiamato “Covid19”. Le nostre vite sono cambiate, i nostri rapporti sociali, le nostre abitudini. Siamo soliti ormai sentire parole come “contagi”, “restrizioni”, “varianti”; Viene naturale indossare la mascherina nei luoghi pubblici e usare il disinfettante. 

Questo argomento è diventato fonte principale dei discorsi comuni, televisione, social network, sono pieni di informazioni riguardo il covid.

 

Come esseri umani abbiamo sviluppato col tempo una nostra opinione  personale, abbiamo un approccio diverso gli uni dagli altri nei confronti di questo virus.  Ma non è solo la pandemia a preoccupare, gli uomini che hanno professato durante la loro vita di credere in Dio, che si riconoscono come seguaci di Cristo e professano al mondo la loro fede, ad oggi sono chiamati ogni giorno a rispondere a delle domande ben precise poste da altri uomini che, o non hanno il loro stesso credo, o lo avevano e lo hanno perduto, o ci credono in parte. Vi starete chiedendo a quali domande io mi riferisca, ebbene sono le seguenti:

Perche Dio il virus?

Il Covid19 è la punizione di Dio per il peccato della terra?
In vista di una crisi totale che ha messo il mondo in ginocchio, viene facile puntare il dito e porsi queste domande. Ho sentito frasi come “chissà che abbiamo fatto di tanto grave per fare arrabbiare Dio così tanto”, oppure “se Dio esiste perchè ha permesso tutto questo?

Vorrei però che rifletteste con me riguardo a tutto ciò: se, come a detta di molti, il virus è stato mandato da Dio sulla terra come punizione, perchè punisce solo alcuni e non altri? Chi crede in Dio può affermare che Lui è un Dio che punisce?
In un anno pieno in cui questo virus ha girovagato per tutto il mondo, abbiamo visto persone con sintomi chiari e altre asintomatiche, per alcuni è stata una passeggiata e per altri ancora è stata  più dura. 

Se Dio avesse voluto punire gli esseri umani secondo quali criteri avrebbe scelto chi colpire? Secondo gli sbagli commessi? Casualmente?

Chi crede in Dio, sa che Lui è giusto.

Il salmo 103:10 dice che egli non ci tratta secondo i nostri errori e non ci ripaga secondo le nostre colpe.  Al contrario di quello che in molti pensano, Dio non è un castigatore.
Se avesse voluto punire la terra, non avrebbe avuto senso punire solo alcuni e non altri. Da questo ne possiamo dedurre che non è stato Dio a progettare e scagliare questo virus contro di noi. Egli ci ama e non ci fa alcun male, se sbagliamo ci corregge e riprende, non ci fa soffrire.

E allora da dove proviene tutto ciò? Conosciamo solo un’entità che da tutto questo caos ne trae guadagno, colui che regna nella paura e si nutre di inganni: Il diavolo. Egli risiede su questa terra, e questa è solo l’ultima delle armi che ha escogitato per seminare il panico. Il nostro compito da cristiani allora qual è? Combattere il diavolo, come sempre, con l’arma per eccellenza: la Parola di Dio.

Prendiamo consapevolezza di chi siamo in Cristo, iniziamo a dichiarare che questa ennesima trovata non avrà successo perchè sta scritto “nessun’arma fabbricata contro di te avrà successo” (Isaia 54:17) e che “non ti accadrà nulla di male, nessuna disgrazia toccherà la tua casa” (Salmo 91:10)

Per concludere, Dio ha tutto sotto controllo e Lui sa quando questa pandemia avrà fine, il nostro compito come credenti è quello di fidarci di Lui e riconoscere che contro il covid, come contro ogni altra cosa, noi abbiamo la vittoria. Se prendiamo in mano le redini della nostra vita, e cacciamo il virus in un angolo, riconoscendo che è realtà, ma non verità, capiremo che il piano meraviglioso di Dio per la nostra vita avrà la meglio su tutto. 

Dio ti benedica, e conosci Gesù.

– Simona

Sostieni il nostro progetto su Patreon!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi